Buono a sapersi è un Occhio alla spesa ibrido alla ricerca di una propria identità

Buono a sapersi | Recensione Diretta Prima puntata 11 settembre 2017 su Rai1 con Elisa Isoardi

Buono a sapersi è un ibrido che riprende programmi già spremuti, da decenni, in tutte le salse. E' un Occhio alla spesa, al passo coi tempi, riveduto e corretto, veloce (forse troppo per la piena comprensione dei vari punti in scaletta) che, in ogni puntata monografica, scannerizza ai raggi X un prodotto della nostra tradizione culinaria (oggi l'uva). Come Elisir di Michele Mirabella, gli esperti analizzano i pro e contro, dal punto di vista della salute, benessere e nutrizionale, della frutta in questione. Il medico risponde (da una cabina) ai quesiti dei telespettatori.

Quest'anno, col cambio del titolo e la scelta precisa di una direzione che accompagna le casalinghe alla preparazione del pranzo (in strettissima continuità anche con La Prova del cuoco), è stata introdotta anche una componente altamente factual (in stile Detto Fatto) con i vari modi di conservare l'uva sultanina sotto spirito o la frutta di stagione arricchita dal cioccolato.

Elisa Isoardi, sicuramente più ironica e divertita della precedente edizione, anche se ancora troppo legata al copione e al gobbo, a tratti, si 'clericizza' sfoggiando una sigla nuova di zecca ed ospitando il pubblico in studio con cui, però, al momento non c'è interazione o scambio di battute. Non ha, però, timore di mettersi in gioco facendosi misurare, in diretta, la pressione.

45 minuti leggeri che, tra un giro al mercato, un siparietto comico con l'inviato Ivan Bacchi collegato dal mercato, snocciolano 'il caso del giorno' sotto ogni più particolare aspetto. Anche, questo, è servizio pubblico!

Buono a sapersi prima puntata 11 settembre 2017 diretta

  • 11:06

    Elisa Isoardi debutta, oggi, analizzando prezzi e varietà di un frutto di stagione: l'uva. Si parte testando gli umori dal mercato per, poi, passare ad un collegamento da un vigneto di Montecchia di Crosara (Vr).

  • 11:12

    L'uva fa bene come consiglia l'esperta in studio: un grappolo al giorno puo' stare in salute. Ed è consigliata per chi segue una dieta e pratica attività sportiva. Quest'anno la peggiore vendemmia dal 2005 ma di buona qualità.

  • 11:19

    Curiosità, aneddoti, consigli dell'esperto (chiusi in cabina), differenza tra uva bianca e nera e abbinamenti piu' o meno bizarri come un primo di pesce al gusto di frutto preparato da un grande chef.

  • 11:23

    Come si prepara l'uvetta sotto spirito? Il maestro spiega tutti i modi per conservare l'uva.

  • 11:32

    Si parla di nutrizione perché l'uva è sconsigliata per chi soffre di diabete e colite. La polpa ha proprietà antitumorali mentre la buccia ed i semi sono ottimi autossidanti.

  • 11:37

    L'uva fa bene anche alla pelle ed è amica per chi soffre di ipertensione. Un architetto, inoltre, ha realizzato dei divani in pelle d'uva attraverso la tecnica del riciclo.

  • 11:42

    Il medico documenta tutte le cause dell'ipertensione che l'uva previene fin dall'adolescenza. La Isoardi misura la pressione in diretta

  • 11:50

    Brindisi, fine preparazione dell'uva al cioccolato e appuntamento a domani con il burro.

Buono a sapersi prima puntata 11 settembre 2017: anticipazioni

Buono a sapersi, in onda dal lunedì al venerdì su Rai1, alle 11.05 e condotto da Elisa Isoardi, parte, oggi, 11 settembre 2017. Si tratta di un quotidiano di alimentazione e salute con particolare attenzione a tutto quanto fa spesa. Un contenitore, che mette al centro di ogni puntata un prodotto scelto per la sua straordinaria capacità di potersi trasformare in un “farmaco naturale”, ma anche un viaggio nel “pianeta nutrizione” che offre spunti e curiosità per raccontare un frutto della terra o un lavorato industriale - di quelli che sono in tavola tutti i giorni - e coglierne ogni singolo aspetto e proprietà.

Tutto con il principale obiettivo di spiegare al telespettatore come “la salute vien mangiando”, ma più ancora come andare al mercato, alla scoperta della qualità, con un occhio attento alla sicurezza alimentare e l’altro al portafogli: un percorso tra primizie di stagione, alla ricerca delle risposte naturali per affrontare patologie e sindromi. Una “vetrina”, con dirette dalle filiere di produzione e dai mercati, per esaltare il meglio di ciò che la terra sa regalare ed acquistarlo al giusto prezzo: un programma, che accoglie al suo interno linguaggi e generi diversi, dall’intrattenimento all’informazione, con il ricorso ad esperti del settore: agronomi, nutrizionisti, dietologi, biologi e tecnologi alimentari, ai quali affiancare medici specialisti, esperti di consumo, produttori di eccellenza, maestri di cucina, pizzaioli, gelatai e sommelier. Con l’obiettivo di “servire” una festa del mattino, colorata, sorprendente ed intrigante, nella quale scoprire sempre cose nuove, ricevere consigli per una alimentazione sana ed economica e trasformare il cibo nel più naturale dei rimedi a nostra disposizione. Imparando dagli abbinamenti ideali alle calorie, aprendo ai vari approcci regionali, monitorando giornalmente le quotazioni dei mercati e raccontando, dal produttore al consumatore, tutta la filiera del prodotto, i suoi “attori” principali, ma anche le “trappole” con le quali l’ingrediente “protagonista della puntata” è costretto a fare i conti.

Buono a sapersi | Dove vederlo in tv e diretta streaming


Buono a sapersi si puo' vedere, dal lunedì al venerdì, a partire dalle 11:05, su Rai1. Su Raiplay, è possibile riguardare la puntata e le clip più interessanti.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

  • shares
  • Mail