Flavio Insinna torna a Carta Bianca: "Non condurrò più Affari Tuoi"

Flavio Insinna torna a Carta Bianca dopo il "caso-Striscia".

  • 21.21

    La puntata inizia proprio con Flavio Insinna. "L'ultima volta che sei venuto era il 21 marzo ed è stato un grande successo", dice Bianca. "Purtroppo per me", risponde Insinna.

  • 21.22

    Viene mostrato un estratto della precedente partecipazione di Insinna a Carta Bianca. Insinna: "Il grande tranello è 'Voglio vivere in un Paese gentile'".

  • 21.23

    Cos'è successo? "Ho cominciato a preoccuparmi, soprattutti i miei amici più intelligenti di te. Questo Paese non ti perdona il talento e la leggerezza. Quella che mi sta succedendo è cosa violentissima. Io ho detto delle cose giuste in maniera sbagliata". "Anche le cose erano sbagliate", risponde Bianca. "E' già materia di avvocati, chiedo scusa. La violenza a me è stata fatta facendo sentire a una signora (la concorrente della Valle d'Aosta, ndr) degli audio che non avrebbe mai sentito. La violenza contro di me è iniziata dopo Carta Biaca".

  • 21.26

    Presente anche il giornalista Tommaso Labate. Viene mostrato anche i filmati di Striscia.

  • 21.30

    "Chiedo scusa di nuovo. La prima cosa che ho fatto è far telefonare alla Rai dalla mia agenzia e far dire: 'Qualunque multa io l'accetto'. Stasera, con tutto l'odio che c'è contro di me, vengo a parlare d'amore e di cose che questo Paese dovrebbe ritrovare. Io ho detto che voglio vivere in un Paese gentile, non gentile come me. Io collaboro con Emergency e altre realtà ma non farò qui la lista delle cose che faccio: questa campagna di odio sta banalizzando il bene. Mandare a Striscia la notizia una pagina del mio libro, dove scrivo di mio padre che muore, e scrivere 'femminicidio' è odio puro e violenza". Quindi entra nel dettaglio dell'infermiera e del papà in ospedale.

  • 21.35

    Berlinguer: "Ho avuto la sensazione che ci sia stata una forma di delusione nei tuoi confronti. Se tu avessi visto queste immagini dall'esterno, cosa avresti pensato?", chiede. Insinna: "Avrei cercato di capire perché siamo tutti bravi a giudicare. Mi vergogno e mi vergogno. Però ho sempre difeso quello che stavo facendo". Insinna cita i messaggi dei colleghi ricevuti in questi giorni ("Sapessero cosa dico io...") e degli operai che hanno espresso solidarietà.

  • 21.36

    Grafica: il 56% è contro Insinna.

  • 21.38

    "Vorrei che parlassero tutti i concorrenti a cui ho concesso di pensare venti o trenta minuti prima di fare una scelta, perché si trattava della loro vita o del loro mutuo. Io credo in quel che faccio, lì proteggevo i concorrenti. Io posso anche starmene a casa. Io faccio quel che faccio perché credo in questo Paese e, ripeto, voglio vivere in un Paese gentile".

  • 21.40

    "Hai mai sentito al telefono quella signora? Accetterà le tue scuse? Non hai provato a telefonare?" "La signora se vuole mi perdonerà".

  • 21.41

    "Mi continuo a scusare. Ci sono centinaia di concorrenti che mi scrivono e mi chiamano per dirmi 'sono stato trattato come un signore'".

  • 21.41

    Labate: "Entrambi, sia Insinna che Striscia, sostengono che senza l'intervento di Insinna a Carta Bianca tutto questo non sarebbe partito. Richiedo: è disposto ad abbandonare la televisione?".

  • 21.42

    "Grazie per la domanda. Questo assalto mediatico l'ho visto fare ai politici. E i miei sbagli sono tutti là: non ho ucciso, non ho evaso, non ho corrotto... Non voglio fare politica. Ho fatto l'ultima puntata vestito da astronauta e leggendo una poesia di Rodari (ne ho lette 200 in un anno). Non voglio fare politica perché ho una squadra di basket di disabili e entro settembre devo trovare un campo per loro. Ho i malati, ho Emergency, ho la comunità di Sant'Egidio. Questa è la mia politica".

  • 21.45

    Insinna ha raccontato su Facebook di aver donato una barca per Medici Senza Frontiere: "E' sembrato un tentativo di giustificarsi. Perché hai mischiato questo con quello che è successo?", dice Bianca. "Se diventano virali i miei scazzi, dovrebbe diventare virale - ma non per me - anche il fatto che io ho regalato un motoscafo a quei ragazzi. Io voglio vivere in un Paese che abbia voglia aiutarsi".

  • 21.47

    "Io potrei andare a vivere al mare all'estero. Ma io rimango qua".

  • 21.47

    Silvia Motta di TvTalk: "C'è tensione da parte dei due condottieri - tu e Ricci - per la grande portata di pubblico dell'access prime time?". Insinna: "La verità ci rende liberi. Un vigliacchetto avrebbe detto: 'C'è grande tensione, è vero'. Io ero così anche al primo spettacolo a vent'anni. Ci sono sempre registi che mi amano e altri che odiano. Ho rotto a chiunque, io chiamo anche alle tre di notte se mi viene un'idea, mi infervoro... Una delle forme più alte della felicità è amare quello che si fa. Ma è un privilegio riservati a pochi".

  • 21.51

    Berlinguer: "Ah tu sbrocchi sempre?". Insinna: "Me ne vado allora... mi offendi?", scherza.

  • 21.53

    Silvia Motta: "Mi sembra ingenua la sua posizione. In televisione c'è la bassa frequenza e tutti gli audio sono intercettabili. Non si è posto questo problema?". Insinna: "Quello della signora è successo nelle scale fuori dallo studio. Gli altri sono dei fuorionda. Non ci penso alla bassa frequenza perché sono onesto. Non tradirò mai nessuno, anche se mi hanno tradito".

  • 21.55

    Insinna promette: "Dopo vi racconto cosa è successo qua a Carta Bianca". Pubblicità.

  • 21.58

    "Durante la pubblicità non ho litigato con nessuno", rassicura Insinna. Antonio Noto: "Il sentiment di Insinna è del 43%. Durante l'intervista c'è stato un increment del 10%: prima c'era un pregiudizio, poi il campione di italiani si è convinto. Viene giustificato dalle donne e condannato dagli uomini".

  • 22.00

    Bianca: "Da anni Antonio Ricci sostiene che Affari Tuoi sia taroccato. Ti sei difeso nella maniera giusta?". Insinna: "Io pagherei per conoscere il motivo di questo odio. Affari Tuoi non è più in onda, l'odio è personale. Se Affari Tuoi tornerà, non tornerà con me. Ormai sono vecchio [...] La Rai ha fatto un'inchiesta interna e per mesi ci hanno controllato con il microscopio: hanno controllato tutto, sono entrati in tutte le stanze e hanno interrogato chiunque. L'indagine ha detto che il gioco è trasparente".

  • 22.03

    "Cosa farà ora Flavio Insinna?". "Ci penso. Non entrerò in politica. Io servo da fuori da battitore libero".

  • 22.06

    "La puntata scorsa ero qua nella parte finale del programma. Mi sarei alzato venti volte perché gli applausi erano sbagliati. Io sono per fare le cose fatte per bene. Alla fine è apparso Enrico Bertolino. Forse si sentiva poco, forse erano tutti stanchi: il pubblico non rideva alle battute. Io ho riso come un matto per tutto il tempo perché non lascio mai solo nessuno. Io se vado in un posto cerco di aiutare. Sapete quante volte ho rifiutato i film o i programmi perché avrei fatto un danno e non sarei servito? In quel caso ho riso per tirare la volata a un collega che non vedo tutti i giorni. Lavoro e vivo così sempre, scusatemi".

  • 22.09

    Gabriele Corsi in collegamento: "Qui non posso essere intercettato. Se mi dovessero intercettare, mi darebbero il daspo... Noi sappiamo cosa farà Insinna nel futuro: il cantante. Ecco la sua prima canzone". Viene mandato un audio con il remix di alcune dichiarazioni di Insinna: La pecora fucsia.

  • 22.13

    "Buon lavoro a tutti". Si conclude l'ospitata di Flavio Insinna.

"Flavio Insinna sarà ospite di #Cartabianca, il programma di Rai3 condotto da Bianca Berlinguer, in onda martedì 30 maggio alle 21.15". Così si legge in un comunicato stampa diramato dalla Rai: il conduttore di Affari Tuoi tornerà così sul luogo del delitto, laddove aveva fatto l'elogio alla gentilezza (video in alto) usato da Striscia la notizia per diramare gli ormai arcinoti fuorionda.

Le scuse di Insinna sono già arrivate su Facebook, ma per la prima volta dopo il "caso Striscia" apparirà in televisione: cosa dirà? Noi seguiremo la sua ospitata in diretta.

  • shares
  • Mail