Marcello Cirillo: "Magalli le sta sparando grosse, è diventato più cattivo, sminuisce gli altri"

"Non mi ha fatto parlare nell'ultima puntata dei Fatti vostri, non ha speso una parola per me che ho perso il lavoro"

2017-05-29_190728.png

E meno male che si definiscono, entrambi e reciprocamente, amici! Marcello Cirillo di nuovo contro Giancarlo Magalli, che proprio stamattina era tornato sulla fresca polemica nata per un commento dello stesso conduttore sulla pagina Facebook dei Fatti Vostri.

Intervistato dall'AdnKronos, Cirillo ha tuonato:

Giancarlo le sta sparando grosse da tanto tempo, non vorrei che fosse entrato nell'idea di impunità televisiva. Io ho solo scritto una lettera con il cuore in cui ho consigliato al mio amico storico Giancarlo Magalli 'prima di sparare pensa' e di cominciare a prendersi delle responsabilità di quello che si dice, di non celarsi sotto l'ironia. (...) Io capisco che è una tattica che lui ha usato in questi anni di sminuire chi gli sta vicino per apparire lui, però non è giusto, non l'ho trovato giusto ed ecco perché ho scritto.

Ed ancora:

Noi siamo stati molto amici, per me è stato sempre il mio migliore amico. Io penso che lui ad un certo punto della sua carriera abbia fatto una virata, forse perché evidentemente la vita lo ha portato ad essere un po' più cattivo con gli altri. Non lo so, e mi dispiace se fosse per questo motivo. Però improvvisamente lui ha cominciato a non apprezzare il mondo che gli stava vicino, è come se gli facesse ombra.

Il cantante ha rimproverato al conduttore il fatto che "non ha speso una parola per chi come me ha perso il lavoro", con riferimento alla mancata sua riconferma nella prossima stagione del programma di Rai2 e che nell'ultima diretta stagionale non gli abbia permesso di salutare il pubblico. Cirillo ha spiegato che la trasmissione dall'anno prossimo diventerà - almeno nelle intenzioni di Michele Guardì - "giornalistica"

Infine, dopo aver notato che i post sulla pagina ufficiale Facebook de I Fatti Vostri sono spariti ("spero non sia stato lui"), ecco il siluro finale, a proposito del perché del mancato rinnovo del suo contratto (e di Adriana Volpe, che però dovrebbe traslocare a Mezzogiorno in famiglia):

Io lo so perché, ma non lo dirò neanche sotto tortura. È giusto che le cose finiscano, largo ai giovani. Ecco perché rimane Magalli!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 209 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail