Codacons contro la Rai per il 'caso-Insinna': "Subito provvedimenti o sarà denunciata"

"I casi Perego e Insinna? Due pesi e due misure". Il Codacons manda un avvertimento alla Rai.

insinna-fabiano.png

"Solidarietà totale, umana e professionale, a Flavio Insinna [...] E' ovvio che la solidarietà non è per le parole che si sono sentite e per le parole offensive riferite alla concorrente, ci mancherebbe". Questa è stata l'unica posizione pubblica presa dalla Rai (in particolare dal direttore Andrea Fabiano) sull'affaire Flavio Insinna-Striscia la notizia. Troppo poco, secondo alcuni. "La Rai deve adottare provvedimenti immediati. In caso contrario l’azienda e i suoi vertici saranno denunciati per discriminazione sul luogo di lavoro", scrive in una nota stampa il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori meglio conosciuto come Codacons.

Il presidente Carlo Rienzi rispolvera la vicenda Parliamone Sabato-Paola Perego:

"La Rai sembra seguire il principio del 'due pesi e due misure': ha chiuso in tutta fretta il programma di Paola Perego utilizzando il pugno di ferro per un servizio innocuo sulle donne dell’est, ma dimostra clemenza e solidarietà a Flavio Insinna nonostante la violenza verbale del conduttore e le gravi offese a donne e concorrenti rivolte in pubblico. Un comportamento inqualificabile e da 'branco' quello dei vertici Rai che gli utenti non possono tollerare. Per questo chiediamo all’azienda di adottare provvedimenti immediati verso Insinna; in caso contrario, saremo costretti a denunciare la rete e i vertici di Rai1 per discriminazione sul luogo di lavoro, considerato il diverso trattamento riservato a Paola Perego".

La Rai prenderà una posizione chiara?

  • shares
  • Mail