Game of Thrones 7, il cast avverte i fan: "Il ritmo sarà molto più veloce"

Gli attori della settima stagione di Game of Thrones hanno notato che gli episodi sono molto più veloci, con situazioni che avvengono molto più rapidamente rispetto alle altre stagioni della serie tv

Game of Thrones

Il cast di Game of Thrones ci tiene ad avvisare i fan della serie tv della Hbo che la settima stagione, in partenza il 16 luglio, sarà molto differente dalle altre: con le storyline che si stanno intrecciando sempre di più per avviarsi al finale, il ritmo cambia e, garantiscono, l'adrenalina sarà altissima.

Nikolaj Coster-Waldau (Jamie) ha ammesso, ad esempio, di essere rimasto colpito dalla velocità con cui le diverse situazioni si susseguono nel corso della stagione. "Ho pensato 'Di già, adesso?'", ha detto l'attore, che garantisce che la settima stagione avrà un ritmo ben diverso da quelle precedenti:

"Tutto accade più velocemente rispetto a come ero abituato... Un sacco di situazioni che di solito vengono raccontate in una stagione ora sono raccontate in un episodio".

Anche Kit Harington (Jon Snow) ha notato il cambiamento:

"Questa stagione è davvero differente dalle altre perchè accelera verso la fine, un sacco di situazioni s'intrecciano e tutto accade più velocemente rispetto al solito... E' diverso rispetto a come si era abituati. E' molto entusiasmante".

Ad ammettere che la settima stagione avrebbe fatto balzare i fan dalla poltrona era stata, già l'estate scorsa, Maisie Williams, che in una serie di tweet pubblicati dopo aver letto il copione, aveva avvisato i fan che niente avrebbe potuto prepararlo a quanto sta per accadere nel mondo creato da George R.R. Martin. Una curiosità che aumenta anche per il fatto che, così come la sesta stagione, anche questa non ha libri già pubblicati su cui basarsi.

A confermare il cambio di ritmo della serie è stato anche, nei giorni scorsi, Iain Glen, che ha voluto complimentarsi con gli showrunner Dan Weiss e David Benioff per il loro lavoro:

"Gli ho scritto che questi sono i sette migliori episodi che abbiano mai scritto".

A spiegare quest'accelerazione nel racconto non tanto il fatto che la settima stagione sarà composta da sette episodi invece che da dieci, ma anche il fatto che ormai i diversi personaggi sono pronti ad affrontare lo scontro con i loro nemici.

"E' più veloce perchè nel loro mondo la guerra che stavano aspettando è davanti a loro", ha spiegato Weiss. "I conflitti che hanno costruito nelle stagioni passate sono davanti a loro e questo dà loro un senso di urgenza che li porta a muoversi più rapidamente".

Effettivamente, il campo di battaglia si divide in tre diversi scontri: Daenerys (Emilia Clarke) è pronta a salpare a Westeros ed a riprendersi il Trono, il Re della Notte sta per assaltare la Barriera con gli Estranei e gli Stark sono pronti a riprendersi Grande Inverno.

"Per molto tempo abbiamo parlato della guerra che sarebbe arrivata. Beh, ora è qui", ha aggiunto Benioff. "Quindi, si doveva trovare un modo per far funzionare la sceneggiatura senza dare la sensazione che avessimo fretta -vogliamo ancora dare ai personaggi il loro spazio, tutti coloro che sono rimasti sono importanti. Anche quelli che sono entrati come personaggi minori ora hanno la loro importanza".

"Ci sono gli Estranei ed i draghi, una volta che iniziano ad incontrarsi la storia va dove deve andare", ha chiuso il co-produttore esecutivo Bryan Cogman. Tutte premesse che alimentano l'attesa dei fan che, fretta o no, devono attendere.

[Via EntertainmentWeekly]

  • shares
  • Mail