Modern Family e Last Man Standing, i due diversi esiti delle trattative tra ABC e FOX

Modern Family rinnovato per due stagioni, Last Man Standing - L'uomo di casa cancellato, due trattative tra ABC e FOX e due esiti completamente opposti

modern-family.jpg

Modern Family come The Big Bang Theory, anche la serie tv di ABC prodotta dalla 20th Century Fox Tv ha ottenuto un doppio rinnovo. Modern Family arriverà così almeno alla decima stagione con altri 44 episodi in produzione (22 per ciascuna stagione).

Le similitudini con la serie tv della CBS non si fermano qui, non solo perchè entrambe sono le produzioni con il rating più alto del canale, sebbene in costante calo negli ultimi anni, ma sono anche tutte e due produzioni esterne rispetto ai canali che le trasmettono, rispettivamente targate Fox e Warner Bros. Proprio per questo le trattative per i rinnovi dei contratti dei protagonisti non sono state facilissime e sono andate avanti per diversi mesi. Grazie all'accordo raggiunto i sei attori principali del cast Ed O’Neill, Julie Bowen, Ty Burrell, Jesse Tyler Ferguson, Eric Stonestreet e Sofia Vergara passerebbero dagli attuali 350 mila dollari ad episodio a 500 mila dollari, oltre ad avere una percentuale sui successivi guadagni della serie. Secondo quanto riporta deadline, lo studio sarebbe ora impegnato nel rinnovo dei contratti dei membri più giovani del cast.

La serie creata da Steve Levitan e Christopher Lloyd arriverà così a 232 episodi, ma al momento non è detto che la decima possa essere l'ultima stagione per la serie, considerando che la serie è ancora al centro del "marchio comedy della ABC" come ha sottolineato la presidente Channing Dungey. Un entusiasmo per il rinnovo che ha coinvolto anche Jonnie Davis e Howard Kurtman presidenti di 20th Century Fox Television, produttrice della serie con cui guadagnano grazie alla vendita all'estero e ai diritti di ritrasmissione.

Modern Family è uno dei punti di forza del nostro studio e siamo grati alla ABC per questo suo doppio rinnovo

Ovviamente anche i due autori Levitan e Lloyd non possono che essere soddisfatti di questo nuovo accordo che permette loro di lavorare su un periodo più lungo e di ragionare sugli sviluppi futuri della serie, soprattutto considerando che non avevano girato il finale dell'ottava stagione pensando potesse essere l'ultimo episodio.

last-man-standing-1.jpg

Le trattative tra Fox Tv e ABC non sono andate a buon fine invece per Last Man Standing (conosciuto in Italia come L'Uomo di Casa) che è stato così cancellato alla sesta stagione. La cancellazione della serie arriva un po' a sorpresa considerando che la multi-camera comedy del venerdì sera ha avuto anche in questa stagione una media dell'1,2 di rating e vede come protagonista Tim Allen nei panni di un personaggio ultra-conservatore che sembrava perfetto per gli Stati Uniti di Trump e per rispondere a quel ritorno ai valori tradizionali americani che sembra andare di moda in questo periodo nel paese.

A quanto pare la decisione della cancellazione sarebbe di natura principalmente economica, frutto di un mancato accordo tra ABC e la produzione Fox. Infatti considerando che Tim Allen ha un ingaggio da star, ABC aveva raggiunto in passato un accordo con la Fox per una riduzione dei costi di licenza di ritrasmissione per compensare i costi della serie. Accordo che non si è ripetuto in questa fase e che ha quindi portato alla rottura tra le parti. La cancellazione di Last Man Standing comporta un danno economico per la Fox che guadagnava grazie alla vendita dei diritti esteri e alle licenze per la ritrasmissione della serie.

  • shares
  • Mail