Georgia Luzi a Blogo: Una guerriera dalla faccia d'angelo

L'intervista a cuore aperto di Georgia Luzi a TvBlog

Georgia Luzi a Blogo: Una guerriera dalla faccia d'angelo

Torna in video dopo un lungo periodo di assenza dai teleschermi della televisione italiana Georgia Luzi e ci torna con un nuovo programma dal titolo Quattro mamme in onda dalla fine del mese di maggio sul canale diffuso dalla piattaforma di Sky Fox. Questa è l'occasione per tornare ad ospitare Georgia sulle colonne di TvBlog per parlare di questo ritorno televisivo, ma più che altro per fare un punto rispetto alla sua carriera televisiva che ha avuto un brusco stop dopo la conclusione del programma del day tme di Rete 1 Storie vere.

Che significato ha questo 4 mamme per il tuo percorso professionale ?

Una scelta ponderata attentamente. Ho detto alcuni “no” in questi tre anni di assenza dal video, prendendomi spesso della “pazza” da parte di molti. C’è chi non capisce che ci sono persone a cui basta apparire e diventare famosi per essere felici, ed altre che hanno bisogno di dare un senso a quello che fanno. Il motto del “vale tutto” non fa per me. Volevo aspettare la cosa giusta…sapevo che sarebbe arrivata.

Sei approdata in una televisione tematica, questo vuol dire che la tv generalista ti ha stancato, o semplicemente perchè non ti volevano più ?

Questo vuol dire che ho scelto di avere coraggio. Di credere in un progetto nuovo che ha un enorme potenziale, di affidarmi ad un gruppo di lavoro serio e di scegliere di lavorare per un professionista come Alessandro Saba (Vice President Fox ndr) che ha voglia di sperimentare, di investire sui proprio volti e dare una forte identità al canale. Direi…avercene! (ride,ndr)


Dopo Storie vere sei praticamente sparita dal piccolo schermo, cosa è successo in tutto questo tempo professionalmente parlando ?

Ho scelto di fare un passo indietro. In tutti i sensi.
Professionalmente parlando ho iniziato a lavorare dietro le quinte. Insieme a una mia amica abbiamo aperto una società di casting; quando due donne decidono di fare squadra sono imbattibili. Ormai da tempo ci occupiamo appunto del casting di vari programmi televisivi. E’ molto divertente stare dall’altra parte…così mi posso rifare e prendere solo quelli bravi!
E poi ho scelto di stare accanto a mio marito che aveva bisogno di me.
Insomma…3 anni pieni di cose (ride, ndr)


A proposito di tuo marito, lui è Filippo Cipriano, produttore televisivo, questa cosa ti ha aiutato o nuociuto rispetto al tuo percorso lavorativo ?

In questi 3 anni la domanda che mi hanno rivolto più spesso è stata: “con un marito che fa l’amministratore delegato di una casa di produzione televisiva e “sforna” continuamente programmi, perché non presenti le sue trasmissioni?”
Il problema è che in giro è talmente pieno di mogli di, amanti di, fidanzate di e compagne di, che sinceramente non ci sembrava il caso di andare ad “intasare” ulteriormente un panorama tanto affollato (ride). Magari in futuro …chissà…certamente ci sono dei suoi programmi di cui sono fortemente innamorata, vedi “Matrimonio a prima vista” o “Io sono Innocente”. Ma per ora mi limito a fare il tifo, sfegatato, ma solo il tifo.


Hai vissuto la Rai di Gubitosi dall'interno e quella di Campo Dall'Orto dall'esterno, che mi dici di queste "due Rai" ?

Non potrei mai dimenticare il mio primo e unico incontro con Gubitosi. Lo potrei definire…surreale. Gli ho posto molte domande quella mattina alle 11 in Viale Mazzini, la sua unica risposta è sempre stata solo una : “Io non so”.
Ad un certo momento mi sono chiesta se stessi parlando con una delle tre scimmiette oppure con il direttore generale della Rai. Visto il nuovo ruolo in Alitalia, spero che con il tempo abbia imparato a dare risposte…più che altro lo spero per i dipendenti.
Anche Leone ai tempi, l’ho sempre capito molto poco. Avevamo ottimi rapporti, più volte mi sottolineò la sua grande stima. Poi un giorno uscì quell’intercettazione dove lui parlando al telefono con il mio agente di allora (Lucio Presta, ndr), affermava che non ero raccomandata e che non sapeva come aiutarmi, e… di colpo i rapporti tra noi si interruppero totalmente.

Beh, una strana coincidenza…

Sì… Io comunque fui contenta quando uscì quell’articolo, credevo addirittura che avrei lavorato di più visto che era stato reso “pubblico” che ero fuori da qualunque tipo di raccomandazione politica o altro…Strano eh ?! (ride)
Della Rai di Campo Dall’orto invece , salvo Ilaria Dallatana. Direttore di rete con le palle, coraggiosa, con una forte personalità e decisionista. Sono queste le persone che mi piacciono, quelle che sanno dove andare e quale strada prendere. Anche correndo dei rischi. E lei ne ha presi.

Ti è mai venuta la voglia di mollare tutto in questi anni ?

No, ho solo capito cosa oggi non farei più. E credimi…è tanto.

Cosa ti piace e cosa non ti piace della televisione e del mondo della televisione di oggi ?

Mi piacciono le persone “non in posa”. I programmi che almeno ci provano. Mi piacciono le cose senza filtri… e parlo anche di quelli “della fotografia”. Mi piace la televisione gentile e quella con ritmo. Le conduttrici che non si guardano nel monitor quando parlano e i conduttori che guardano l’ospite invece del gobbo.
Non mi piacciono quelli/e che assumono un ruolo, che indossano l’occhiale o sfoggiano il tailleur e la cartellina solo perchè fa “intellettuale” . E poi non mi piacciono tutti quegli “escamotage” da acchiappa-ascolto, tipo: “Esclusiva” “Anteprima Assoluta” “Ve lo stiamo facendo vedere noi per primi e abbiamo fregato tutti gli altri papppapero”. Non se ne può più!
Che dici,mi sono fatta abbastanza nemici? (ride, ndr)

Oltre a Fox e al video, quale sarà il futuro professionale di Georgia Luzi ?

Il mio pallino è e rimane sempre la radio. Un giorno tornerò a farla, lo so. Arriverà il momento, basta saper aspettare.

Facciamo il classicissimo giochino della torre, chi butteresti fra i tuoi ex e nuovi partner Pierluigi Diaco, Gerardo Greco e Flavio Montrucchio?

Tra Pierluigi Diaco, Gerardo Greco e Flavio Montrucchio? Butto sicuramente dalla torre Pierluigi Diaco. In quei 3 mesi di Unomattina estate è stato più difficile condividere uno studio con lui, che svegliarsi tutte le mattine alle 4.00. Siamo due mondi lontani. Di Flavio invece posso dire che è il compagno di lavoro ideale, sul set porta un ventata di spontaneità e solarità che appartiene a pochi. Lavorare con lui è stupendo!

Dici che hai messo in piedi una società di casting, chi vedi fra i volti nuovi che possono emergere in televisione ?

Ci sono volti nuovi che hanno enormi potenzialità, penso ad esempio a Serena Magnanesi o Carolina Benvenga, ma che vengono lasciate a ricoprire ruoli “marginali”, quando invece avrebbero le capacità per fare il grande salto. Un vero peccato.

  • shares
  • Mail