Sky Arte si fa Festival a Napoli dal 5 al 7 maggio: Rigenerazione e trasversalità le parole d'ordine

Sky Arte sceglie Napoli per la prima edizione del suo Festival: tre giorni di eventi tra vicoli e musei, palazzi storici e piazze popolari.

skyartefestival.jpg

Una rete tv diventa Festival d'arte: una situazione, a memoria, più unica che rara, sicuramente per il panorama televisivo italiano. Sky Arte Festival incuriosisce non solo per il variegato programma che fa di Napoli una galleria d'arte e un palcoscenico a scena aperta con eventi gratuiti disseminati in luoghi cardine della città, ma soprattutto perché trasforma una rete televisiva in azione culturale che si fa 'carne e sangue' in una delle città più belle e controverse d'Italia.

Il tema scelto per il Festival, organizzato in collaborazione con il Polo museale della Campania e con il patrocinio del Comune di Napoli e dell’Università degli Studi Federico II, è la rigenerazione esplorata attraverso un programma che mette insieme teatro, musica, arte classica e contemporanea, fotografia, street art, incontri, concerti e proiezioni, con una sorta di retrospettiva sulle principali produzioni originali realizzate da Sky Arte e dei grandi film d‘arte prodotti da Sky.

C'è di tutto nella tre giorni napoletana, così come nel palinsesto della rete. Coinvolti anche alcuni dei 'volti' celebri di Sky, come Manuel Agnelli, ormai noto al grande pubblico dopo l'esperienza a XFactor, qui impegnato in una masterclass su L'Identità dell'artista, o come Carlo Lucarelli, che regala con la sua Bottega Finzioni un appuntamento live con le sue Muse Inquietanti. Tra gli ospiti anche Oliviero Toscani, che per Sky Arte ha vestito i panni del giudice per Master of Photography (talent che si fa mostra con i migliori scatti realizzati dai concorrenti della prima edizione):, Sergio Rubini, Roberto D'Agostino, Cristina Donadio, Giorgio Porrà, Erri De Luca, Alessandro Haber, Geppi Cucciari, Ivan Cotroneo, Gennaro Esposito, Vinicio Capossela, Alessandro Cattelan, giusto per citarne qualcuno.

L'evento, che ha come quartier generale il Museo Pignatelli, si disloca in alcuni dei luoghi simbolo della città: si va dal Museo MADRE, che ospiterà l’evento inaugurale del Festival e il cinema serale all’aperto, le Gallerie d’Italia - Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Napoli, e il Rione Sanità. In particolare, grazie alla collaborazione con la Fondazione di Comunità San Gennaro, la Basilica di San Gennaro Extra Moenia e la Basilica di Santa Maria della Sanità ospiteranno pièce teatrali e il concerto di chiusura del festival di Vinicio Capossela.

Il tutto sarà poi oggetto di una puntata dedicata di Muro, il programma sulla street art realizzato da Level33 per Sky Arte che sarà girata proprio nei giorni del Festival con la partecipazione di un artista di fama internazionale che in quei giorni realizzerà un’opera ad hoc a e per Napoli. Il Festival è entrato anche nelle scuole con Sky Academy Reporters che ha dato a un gruppo di studenti di scuole superiori l’opportunità di raccontare con un videoservizio i luoghi del Festival realizzata in collaborazione con Sky Tg24.

Noi vi lasciamo al programma. Certo è che la 'materializzazione' di un'operazione artistica non solo promossa, ma prodotta, creata, plasmata da una rete tv resta un fenomeno di assoluto interesse per gli studi mediali. Una rete fa impresa culturale e attraverso essa alimenta il proprio palinsesto con produzioni ad hoc: promozione e produzione che si incarnano in un'offerta articolata e multidisciplinare, che esce dagli studi e dalle case di produzione per incarnarsi in una delle città più vivaci d'Europa. Un'operazione interessante da seguire nell'immediato e da seguire nel tempo. Vedremo se l'evento riuscirà a metter radici e se resterà a Napoli nelle prossime edizioni o si configurerà come un format itinerante.

 

Sky Arte Festival | Il Programma | 5-7 maggio 2017


Di seguito alcuni degli appuntamenti principali dell'evento, tutti a ingresso gratuito, previa prenotazione. Per il programma completo e le info vi rimandiamo al sito ufficiale del Festival.

VENERDì 5 MAGGIO

Ore 20.00 | Cortile del Museo Madre |  Documentario Fabio Mauri – ritratto a luce solida, produzione originale realizzata da Good Day Films in esclusiva per Sky Arte HD.

SABATO 6 MAGGIO

Museo Pignatelli

Ore 10.30 |  L‘arte dell‘animazione con Luciano Stella e i registi della Mad Entertainment.

Ore 11.00 |  Raccontare lo sport: il Napoli Calcio tra leggenda e letteratura con Francesco Piccolo e Giorgio Porrà.

Ore 12.30 |  Etica ed estetica della pizza nell’era delle reti con il Prof. Alex Giordano, il Prof. Adam Ardvisson e i giovani ricercatori dell‘Università Federico II di Napoli.

Ore 15.00 | Muse inquietanti live con Carlo Lucarelli e Bottega Finzioni.

Ore 16.30 | L'identità dell'artista, masterclass di Manuel Agnelli.

Lungomare Caracciolo

Dalle 11.00 e per tutta la giornata |  Installazione di arte pubblica, risultato di Inside Out, un progetto artistico partecipato ideato dall’artista JR che sta coinvolgendo tutta la cittadinanza. Migliaia di napoletani sono stati infatti invitati, già in queste settimane, a “mettere la faccia” a sostegno di un messaggio sul tema del rinascimento culturale, fornendo i loro ritratti che saranno poi elaborati dall’artista. Le foto stampate in grande formato e affisse in uno spazio pubblico, trasformeranno così Napoli in un grande set fotografico di cui i cittadini sono gli assoluti protagonisti.

Gallerie d’Italia-Palazzo Zevallos Stigliano

Dalle 10.00 alle 14.00 |  I Musici di Caravaggio: in collaborazione con Intesa Sanpaolo, sarà possibile ammirare in anteprima ed in esclusiva l’opera proveniente dal Metropolitan Museum of Art di New York.

Ore 16.00 | Visita guidata del Prof. Claudio Strinati ai Musici.

Veranda di Villa Pignatelli

Ore 19.00 |  Benjamin Biolay in concerto, per la prima volta in Italia.

Centro Storico

Ore 19.00 | Installazione performativa Storie che fanno la Storiarisultato del workshop dell’artista Roxy In The Box con alcuni studenti dell’Accademia di Belle Arti.

Basilica San Gennaro Extra Moenia alla Sanità

Ore 20.00 | Napucalisse, spettacolo teatrale di Mimmo Borrelli.

Piazza Sanità

Dalle 22.30 | Notte bianca animata dal Funky Tomato Party con Baba Sissoko, Nicodemo feat. Lilies on Mars e ospiti d’eccezione come Zulù dei 99Posse, Jovine e lo storico DJ napoletano Tony Mr.Time Ponticiello.

In occasione del Festival, il collettivo di artisti Cracking Art Group, che lavora da sempre sul concetto di rigenerazione, invaderà il Rione Sanità con l‘installazione Regeneration – Rione Sanità Napoli.

 

DOMENICA 7 MAGGIO

Villa Pignatelli

Alle 10.30 | “Ferrante Fever”: il mistero Elena Ferrante con Giacomo Durzi e Nicola Lagioia. Anna Bonaiuto leggerà alcuni estratti dai libri di Elena Ferrante

Alle 12.00 | Operazione Caravaggio - La tecnologia al servizio dell'arte perduta, con Peter Glidewell, il Prof. Nicola Spinosa e Jordi Garcia Pons di Factum Arte.

Alle 12.00 | La bellezza salverà Napoli con Alessandro Barbano Direttore de Il Mattino e Sarah Varetto Direttore di Sky TG24.

Alle 14.30 | Sei in un paese meraviglioso con Francesco Delzio e Dario Vergassola

Alle 15.00 | Masterclass di Oliviero Toscani

Alle 18.30 | Il percorso dell’attrice: Cinema, Teatro e Televisione con Piera Detassis, Cristina Donadio e Geppi Cucciari.

Piazza Montesanto

Dalle 11.00 sarà realizzata a cura di Sky Academy un'opera di street art dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti con la supervisione di Roxy in the Box sugli 11 basamenti delle piante siti in Piazza Montesanto, che verrà “rivestita” in modo permanente.

Sala Rosa di Villa Pignatelli

Ore 10.30 | Un Bacio Experience, proiezione del film di Ivan Cotroneo.

Ore 17.30 | Tavola rotonda curata da Sky Academy in collaborazione con Careof e Museo MADRE per ARTEVISIONE,  progetto a sostegno della creatività nato dalla collaborazione fra Careof e Sky. Interverranno la vincitrice di ArteVisione 2017 Martina Melilli, gli artisti Massimo Carozzi (Zimmerfrei), Riccardo Giacconi e la curatrice del progetto Chiara Agnello.

Museo Pignatelli

Ore 18.00 | Anteprima del film Ho perso il cunto, di Mimmo Paladino: presenti l'artista, Sergio Rubini e Alessandro Haber.

Basilica San Gennaro Extra Moenia

Dalle 18.30 | Concerto-reading La Musica Insieme di Erri De Luca, dove le parole del celebre scrittore saranno arrangiate da Stefano Di Battista e interpretate da Nicky Nicolai.

Basilica di Santa Maria Della Sanità

Alle 21.30 | Vinicio Capossela IN-SANITA': oratorio al politeismo napoletano

  • shares
  • Mail