Maltese - Il romanzo del Commissario, serie Rai1 con Kim Rossi Stuart | Conferenza stampa

La presentazione della nuova miniserie di Rai1

  • 12.22

    Inizia la conferenza.

  • 12.24

    Il direttore di Rai Fiction Andreatta: “Il Commissario Maltese per la Rai è punto di arrivo, di svolta; abbiamo scelto di chiudere la stagione con un prodotto che consideriamo eccellenza; è un prodotto straordinario, mette insieme la tradizione del racconto civile della Piovra con una modernità assoluta di linguaggio, con una capacità di raccontare, di reinventare il genere attraverso un linguaggio cinematografico e una estetica elegante e sofisticata”.

  • 12.25

    Andreatta: "La serialità è il nostro romanzo contemporaneo; 8 puntate da 50 minuti, 4 serate, un grande giallo, una grande storia di trasformazione, è un romanzo".

  • 12.26

    Andreatta sottolinea che Trapani è una città della Sicilia tra le meno indagate dalla serialità.

  • 12.26

    Andreatta definisce Maltese "un eroe solitario, integro, unico".

  • 12.27

    Andreatta spiega che la miniserie è stata scritta pensando a Kim Rossi Stuart come protagonista.

  • 12.29

    Il direttore di Rai1 Fabiano: "Con Maltese arriveremo idealmente ma anche con il calendario a ridosso della settimana della legalità, che poi celebreremo anche con altri tipi di racconto".

  • 12.29

    Fabiano parla di stagione ricca di soddisfazioni per Rai1 e Rai Fiction: "Numeri assolutamente da record, per esempio con Montalbano che ha toccato i suoi livelli massimi".

  • 12.30

    Carlo Degli Esposti (Palomar) racconta di aver voluto "un racconto dentro il quale metterci meccanismi alla base di fatti di cronaca": "Da qui è nato un primo racconto che è piaciuto molto a Tinni Andreatta. Poi abbiamo cercato di convincere il gruppo tedesco (Zdf Enterprises) che ha già parecchie prevendite in tutto il mondo, prima ancora che vada in onda in Italia".

  • 12.35

    Degli Esposti: "Maltese è venuto meglio di come mi aspettavo". E cita anche Cloe Romagnoli di Braccialetti rossi, che qui interpreta Noa Maltese, la figlia del commissario.

  • 12.36

    Il regista Gianluca Maria Tavarelli: "È stato faticoso e complicato fare questa serie; è toccante; siamo stati 5 mesi a Trapani. Abbiamo la sensazione che la tv stia cambiando, le serie tv stanno cambiando; abbiamo fatto un lavoro di squadra; sarebbe stato impossibile fare un lavoro simile senza la totale condivisione di produttore e di Rai".

  • 12.39

    Il regista cita le scelte particolari musicali operate, con musica elettronica all'interno della miniserie.

  • 12.40

    Kim Rossi Stuart: "Di solito pondero moltissimo, fino alla noia; in questo caso ci siamo accordati su una idea di massimo con Carlo Degli Esposti; da quell'idea di massima, ispirata al modello La piovra, ci siamo rivisti due anni dopo, mi sono ritrovato con la sceneggiatura tra le mani a poche settimane dalle riprese; mi sono accorto di essermi trovato di fronte ad una cosa che non me la sentivo di affrontare; di solito i set tv sono meno impegnativo; invece ho sentito un macigno meraviglioso, di avere a che fare con un essere umano disposto a sacrificare la propria esistenza".

  • 12.44

    Rossi Stuart: "Ninni Cassarà è stato un mio riferimento, ho pensato che avesse assonanze evidenti con Maltese".

  • 12.45

    Stuart: "Di fronte all'esempio alto e commovente di Cassarà, il mio è diventato un percorso liturgico, quasi sacro. Mi sono sentito rassicurato prendendo lui come riferimento".

  • 12.46

    Rike Schmid interpreta una fotografa che affianca il giornalista Mauro Licata (Francesco Scianna). Rossi Stuart: "Ha fatto un miracolo, non parlava una parola di italiano a poche giorni dall'inizio delle riprese".

  • 12.49

    Scianna: "L'elemento che mi ha aiutato di più è il riferimento a Mauro Rostagno, una figura che conoscevo in minima parte; ho fatto riferimento anche alle interviste di Falcone e Borsellino, io vivevo in quelle zone all'epoca; la bellezza del personaggio di Mauro Licata è restituire una grandissima integrità".

  • 12.53

    Valeria Solarino interpreta Giulia Melendez, una giovane donna appartenente alla più falcoltosa famiglia di Trapani: "Il personaggio è un po' schiacciato dalla sua famiglia, cerca di rompere gli schemi, sarà vittima delle sue ribellioni, anche il suo uomo fa parte della mafia".

  • 12.58

    Antonio Milo interpreta Saverio Mandarà, il maresciallo: "Ho riscontrato che ogni personaggio combatte la mafia per un riscatto della propria terra ma allo stesso tempo per un riscatto personale".

  • 13.01

    Michele Cescon interpreta il sostituto procuratore Gabriella Montano: "Una donna single che non riesce a comunicare, aiuta il Commissario ma non riesce a capirne i modi".

  • 13.02

    Il produttore Max Gusberti nota che Maltese "ha la capacità di raccontare il Paese con delle immagini con una forza evocativa". Poi aggiunge: "Rai Fiction ha colto il messaggio non solo di educare e intrattenere, ma di produrre e raccontare il Paese cercando di traghettare le storie del Paese con un linguaggio che riprenda un pubblico più giovane".

  • 13.08

    L'attore sottolinea che il regista ha bilanciato la componente melò, sottraendo l'enfasi.

  • 13.11

    Kim Rossi Stuart: "Meglio un ruolo da cattivo o da buono? Non ho preferenze, meglio alternare; oggi è facile promuovere il male, non mi sembra un caso la possibilità preziosa di raccontare un eroe positivo".

  • 13.13

    Scianna: "Rostagno? Ho studiato quegli anni, per capirle le cose vanno vissute. Non so quanta verità ci fosse in più o in meno ai tempi di Rostagno rispetto ad oggi; le azioni parlano più delle parole: Rostagno, Falcone, Borsellino sono stati ammazzati. Vorrei riportarli in vita e darci una svegliata, mi sembra ci sia una sonnolenza generale; è disarmante; non sento tante persone che lottano, la vita è una sola, bisogna fare bene le cose".

  • 13.15

    Degli Esposti: "I personaggi di questo film assomigliano molto a tutti gli operatori che lavorano sulle navi delle Ong e che in questi giorni vengono infangati; gli articoli di giornali che cercano di fermare Maltese somigliano molto a quelli di oggi che infangano le Ong".

  • 13.17

    Andreatta: "Maltese è un grande romanzo, ha personaggi mai funzioni del racconto, ma a tutto tondo, complessi; il protagonista ha uno slancio morale, ma dall'altro lato una ferita personale".

  • 13.21

    Quale budget per la serie Maltese? Il produttore Serra: "Non è una fiction a basso costo, sono stati fatti investimenti importanti da parte dei produttori stranieri, rientra nel range medio della fiction italiana". E ribadisce che Maltese è una coproduzione con l'intenzione di vendere il prodotto in tutto il mondo.

  • 13.22

    Kim Rossi Stuart: "I personaggi polizieschi hanno una loro dignità oppure appartengono solo ad un genere? Certamente sì, hanno dignità. Si possono utilizzare strumenti in modo diverso, dipende da ciò che ci metti nel contenitore".

  • 13.24

    Kim Rossi Stuart spiega che non lavorava in tv da 13-14 anni: "Mi sono concentrato molto sul cinema negli ultimi anni. L'ultima cosa è stata Il tunnel della libertà, sempre con Degli Esposti, per Mediaset; non andò molto bene... fece ascolti medi". Degli Esposti lo corregge ironizzando: "Buoni".

  • 13.27

    Sul look del commissario Maltese, Rossi Stuart: "È un look dell'uomo della strada, si usava il gel, giacca, cravatta, camicia azzurra era il look del commissario".

  • 13.28

    Il regista conferma: "I commissari negli anni '70 si vestivano così!".

  • 13.31

    Finisce la conferenza.

2017-05-03_104247.png

Tra qualche minuto avrà inizio nella sede Rai di Viale Mazzini la conferenza stampa di presentazione di Maltese - Il romanzo del Commissario, la serie in quattro puntate con Kim Rossi Stuart in onda in prima serata su Rai1 da lunedì 8 maggio 2017.

TvBlog, magazine di Blogo, seguirà l'incontro in liveblogging.

Il cast è completato da Rike Schimid, Francesco Scianna, Antonio Milo, Enrico Lo Verso, Paolo Ricca, Marco Leonardi, Roberto Nobile, Rosario Terranova, Claudio Castrogiovanni, Francesco Colella, Pippo Pattavina, Filippo Luna, Alessandro Schiavo, Cloe Romagnoli, Michela Cescon, Eros Pagni e Valeria Solarino.

La regia è di Gianluca Maria Tavarelli, la sceneggiatura di Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli.

Si tratta di una coproduzione Rai Fiction-Palomar, con Maze Pictures, Zdf Enterprises e Dramedy Productions (prodotto da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra con Max Gusberti)

  • shares
  • Mail