72° Anniversario della Liberazione 2017: tutti gli speciali Rai

Paolo Mieli e Giulio Scarpati danno voce alla Resistenza nello speciale L'Italia liberata, giovedì 20 aprile alle 23.40 su Rai1

liberazione.jpg

Ampio spazio sulle reti del servizio pubblico all’Anniversario della Liberazione dell'Italia dall'occupazione nazifascista, al centro di numerosi appuntamenti tv.

Si comincia a celebrare l'evento in largo anticipo su Rai1: la rete ammiraglia trasmette giovedì 20 aprile alle 23.40 lo Speciale di Rai Storia L’Italia liberata, in onda giovedì 20 aprile alle 23.40 su Rai1. E’ un viaggio tra città molto diverse tra loro, ma nelle quali si intrecciano l’insurrezione popolare, la resistenza organizzata delle forze partigiane, il contributo degli Alleati anglo-americani.

Il racconto è arricchito dall’analisi di Paolo Mieli da Villa Torlonia, prima residenza ufficiale del duce poi sede degli alleati, e da sei documentari condotti da giovani storici “sul campo”, che approfondiscono le storie di liberazione delle diverse città e dei loro luoghi-simbolo. La testimonianza diretta degli eventi e del clima di quei mesi decisivi è affidata, invece, a brani dei diari di alcuni protagonisti della Resistenza letti dall’attore Giulio Scarpati e da noti doppiatori.

Tutti gli appuntamenti su Rai1 per il 25 aprile 2017


In occasione della Festa della Liberazione che si celebra in Italia il 25 aprile, Rai ha predisposto un palinsesto dedicato, all’interno di reti e testate, con servizi e approfondimenti, interviste e speciali in diretta, film e documentari.

Al centro della programmazione - martedì 25 su Rai1, dalle 11.15 a mezzogiorno, a cura di Tg1 e Rai Quirinale - la Celebrazione in diretta da Carpi per il 72° Anniversario della Liberazione alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La cerimonia sarà preceduta alle 9 dai collegamenti con l’Altare della Patria a Roma per la tradizionale deposizione della corona d’alloro da parte del Capo delle Stato con le autorità civili e militari.

Sempre su Rai1, diversi spazi di approfondimento saranno dedicati alla ricorrenza, da Unomattina in famiglia di domenica 23 a UnoMattina del 25 aprile a La Vita in Diretta nel pomeriggio della stessa giornata. Su Rai2 nel giorno della Festa della Liberazione anche I Fatti Vostri ricorderà l’anniversario, mentre su Rai3 andrà in onda alle 8 La Grande Storia con25 aprile 1945 e alle 9.50 I sette fratelli Cervi il film del 1968, diretto da Gianni Puccini (con Gian Maria Volontè, Don Backy e Carla Gravina), la storia realmente accaduta dei sette fratelli, eroi della Resistenza, fucilati dai tedeschi nel dicembre '43.

Sul fronte dell’informazione, tutte le testate nazionali in tv e radio dedicheranno nelle varie edizioni ampi spazi informativi all’anniversario. La Tgr con le sue redazioni regionali seguirà in prima linea la Giornata con servizi e dirette, evidenziando i tanti eventi che si svolgeranno sul territorio.

E ancora su Rai Movie, martedì 25 aprile alle 12.20, andrà in onda il film La notte di San Lorenzo, con la regia dei fratelli Taviani, dedicato alla storia di un gruppo di contadini che nel 1944 lascia le campagne di San Miniato per sfuggire ai tedeschi.

La programmazione di Rai Storia per la Giornata del 25 aprile 2017

Su Rai Storia si comincia lunedì 24 alle 18.30 con il documentario Marzo 43. Ore 10.00, sulla prima manifestazione di massa contro la guerra e il fascismo a Torino, e si prosegue alle 22.10 con Tra resistenza e martirio dedicato a tre grandi figure della Resistenza sulle montagne del Piemonte: Emanuele Artom, ebreo, Willy Jervis, valdese e Leletta dʼIsola, cattolica. Tre culture accomunate dalla lotta contro il fascismo.

Il 25 aprile vedrà, invece, Rai Storia rivoluzionare la propria programmazione all'insegna di speciali e documentari a tema con testimonianze di persone che hanno vissuto i fatti, ritratti di grandi personaggi della Resistenza e filmati di repertorio, anche inediti, sulla guerra partigiana.

Si comincia con Il Giorno e la Storia, in onda alle 00.10 e in replica alle 08.30, alle 11.30, alle 14.00 e alle 20.30, che ricorda quando, il 25 aprile 1945, il Comitato di Liberazione Nazionale dell’Alta Italia ordina l’insurrezione generale di tutti i gruppi combattenti. A Milano, già in sciopero, arrivano i partigiani di tutte le zone circostanti. Il 30 aprile le truppe Alleate entrano in una città ormai libera. In Germania, nel frattempo, l’esercito russo e quello americano si congiungono sulle rive dell’Elba.

Dalle 8.30 alle 20.30 il racconto di La lunga Liberazione che, partendo dallo sbarco Alleato in Sicilia nel luglio del 1943, segue via via le tappe cronologiche e geografiche che hanno portato il nostro Paese alla liberazione dal nazifascismo e alla riconquista della libertà. Carlo Lucarelli ci accompagna in questa “risalita” dal sud al nord attraverso le storie di uomini e di donne, di episodi poco noti o del tutto sconosciuti, che restituiscono il senso di un periodo straordinariamente intenso. Nel corso della giornata, alcuni interventi dello storico Giovanni De Luna, focalizzano i punti nodali di questi due anni di storia italiana, contestualizzando storicamente i filmati proposti.

Alle 20.50 è la volta della puntata di Il Tempo e la Storia, dal titolo Tre volti della Resistenza. Ospite di Massimo Bernardini, lo storico Ernesto Galli Della Loggia spiega come, ancora prima di essere un evento politico, militare e ideologico, la Resistenza è una scelta individuale, un libero atto di volontà che porta molti giovani ad imbracciare il fucile per cambiare il loro destino e quello del proprio Paese. Con l’armistizio dell’8 settembre 1943, dopo vent’anni di dittatura fascista, per migliaia di italiani giunge il momento di voltare pagina. All’appello lanciato dal CLN di lottare contro il nazifascismo rispondono in tanti. Come il cattolico Aldo Gastaldi, il laico Nuto Revelli e il comunista Eusebio Giambone. Tre giovani di provenienza e sensibilità diverse, ma guidati dalla stessa volontà di battersi per la libertà e la democrazia. Tre volti della Resistenza i cui valori sono alla base dell’Italia repubblicana e antifascista.

Alle 21.30, stavolta in prima serata, verrà riproposto lo speciale L’Italia liberata.

Per finire, alle 23.00 Rai Cultura dedica il documentario Milano in guerra alla storia del capoluogo lombardo durante il secondo conflitto mondiale. In primo piano la vita quotidiana dei milanesi in guerra: i bombardamenti, la fame, il razionamento, gli sfollati. E poi gli scioperi del marzo 1943, la caduta del fascismo, l’armistizio, l’occupazione nazista e il periodo della Repubblica Sociale Italiana.

Attraverso filmati di repertorio, interviste, documenti inediti dell’Archivio Centrale dello Stato, e riprese nei luoghi della memoria (la Loggia dei Mercanti, Via Santa Margherita, Via Rovello, Piazza dei Piccoli Martiri, Piazzale Loreto) la storia di una città – Milano – Medaglia d’oro della Resistenza.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO