Verdiana Bixio (Publispei) a Blogo: "Amore pensaci tu è diverso dai Cesaroni. Un Medico in famiglia va rifondata" (VIDEO)

La presidente della società di produzione Publispei parla anche della seconda stagione di È arrivata la felicità

A margine della conferenza stampa di presentazione di Amore pensaci tu, la fiction che debutta stasera, venerdì 17 febbraio 2017, su Canale 5, Blogo ha rivolto alcune domande a Verdiana Bixio, presidente della Publispei, la società che produce insieme a RTI la serie con Emilio Solfrizzi, Martina Stella, Filippo Nigro (video intervista) e Giulia Bevilacqua.

La dramedy, diretta da Francesco Pavolini e Vincenzo Terracciano e frutto dell'adattamento della serie australiana House Husbands, racconta le vicissitudini di quattro papà a tempo pieno che si muovono all'interno di famiglie nelle quali i ruoli tradizionali si sono invertiti drasticamente:

Il progetto è nato tre anni fa; la serie australiana è di grande successo e i presupposti per l'adattamento italiano c'erano tutti. Nella scrittura italiana ci sono stati parecchi cambiamenti perché l'adattamento significa raccontare il mondo italiano, altrimenti il pubblico non si identifica. Amore pensaci tu è un ritorno a I Cesaroni? I Cesaroni, caso culturale e sociale, aveva narrazione e caratterizzazione dei personaggi molto vicina alla commedia dell'arte; i personaggi erano molto diretti nella comicità; qui invece abbiamo delle famiglie che vivono anche situazioni comiche e divertenti; ma non è una comicità di battuta, ma di situazioni. Accompagnata da momenti di grande intensità emotiva. È una serie diversa da I Cesaroni.

Per quanto riguarda le aspettative di ascolti la Bixio si è limitata a dire che la speranza è di fare meglio della media di rete, trincerandosi dietro il no comment a proposito della possibilità di realizzare la seconda stagione.

L'intervista è stata anche l'occasione per fare il punto sulle altre produzioni della Publispei, come Un medico in famiglia. Secondo la Bixio, la storica serie con Lino Banfi e Giulio Scarpati, giunta alla decima stagione, va rifondata:

Ci stiamo lavorando per cercare un passo differente, una svolta di rinnovamento, vorremmo rifondare la serie rispettando comunque il format originale ma inserendo un linguaggio più attuale.

Infine, sulla seconda stagione di È arrivata la felicità, le cui riprese sono iniziate a fine gennaio e che dovrebbe andare in onda a metà settembre 2017:

La nuova stagione è piena di sentimenti forti e di temi coinvolgenti. La tematica centrale? Stiamo cercando di mantenerla segreta.

In apertura di post il video integrale dell'intervista.

2017-02-17_110255.png

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO