American Horror Story arriva in chiaro: prossimamente su Deejay Tv

American Horror StoryAltro bel colpo di Deejay Tv: dopo essersi accaparrata la messa in onda in chiaro di "Revenge" (ritenuta dalle generaliste troppo "complessa" e con una trama orizzontale eccessiva per fidelizzare il pubblico), la rete dedicata al mondo di Radio Deejay e non solo porterà il suo pubblico nelle atmosfere dark del telefilm più chiacchierato della tv via cavo, ovvero "American Horror Story".

Da ieri è in onda lo spot (che potete vedere dopo il salto) che annuncia prossimamente la messa in onda in chiaro della serie tv di Ryan Murphy che gioca con le paure e le angosce dei telespettatori, attraverso un racconto che di ordinario ha poco e che non si fa problemi a cambiare le carte in tavola puntata dopo puntata.

Creato da Ryan Murphy e Brad Falchuk, la particolarità della serie sta nell'esclusività che viene assegnata, ogni stagione, ad una storia diversa. La prima, ad esempio, è ambientata in una casa a Los Angeles, teatro in passato di tragici eventi, dove si trasferisce la famiglia Harmon, in cerca di un nuovo punto di partenza.

Ben (Dylan McDermott), Vivien (Connie Britton) e Violet (Taissa Farmiga) compongono una famiglia che ha perso tempo prima l'unità e l'armonia. La nuova casa, che avrebbe dovuto aiutarli a ricostruire un clima sereno, si rivela invece centro di una serie di eventi sovrannaturali e che riportano a galla le paure da cui i tre erano scappati.

Oltre a loro, il cast include una serie di personaggi interpretati da attori che fanno di "American Horror Story" una serie tv dal cast invidiabile: Evan Peters è Tate, Denis O'Hare Larry, ex abitante della casa, così come Chad, interpretato da Zachary Quinto, Frances Conroy è Moira, la domestica. Senza dimenticare Jessica Lange, interprete della vicina di casa Constance, personaggio che le ha fatto vincere un Golden Globe ed un Emmy Award. Un cast, questo, che torna nella seconda stagione dello show, col sottotitolo "Asylum" ed ambientata in un manicomio degli anni Sessanta.

Bel colpo, dicevamo, di Deejay Tv che, senza ipocrisie, si butta pienamente in una programmazione non tematica, come si poteva presupporre all'inizio delle sue trasmissioni, in quanto canale nato da una radio. La scelta di avere un palinsesto rivolto sì ai giovani, ma non monotematico, sta dando i suoi frutti.

  • shares
  • +1
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: