Tesoro, salviamo i ragazzi: da oggi su Cielo Marco Bianchi spiega l'alimentazione

Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi era il titolo di un celebre film del 1989 in cui un padre di famiglia un tantino sbadato, inventa un macchinario che rimpicciolisce gli oggetti e, per errore, lo aziona verso i propri figli che si ritrovano improvvisamente delle dimensioni di un bonsai. Nel 2013, metaforicamente, il problema sembrerebbe essere proprio l'opposto: i pargoli di casa non seguono quasi mai un'alimentazione corretta e ciò li porta a lievitare. Come risolvere la questione (possibilmente in tv)?

La soluzione si chiama Tesoro, salviamo i ragazzi e Marco Bianchi la porta per la prima volta in chiaro a partire dalle 15.00 di oggi su Cielo (DTT canale 26, Sky canale 126 e TivùSat canale 19). Il format, un docu-reality, si propone di migliorare le abitudini alimentari di una famiglia italiana per puntata e, a questo scopo, il nostro Marco Bianchi verrà aiutato da un team medico (nutrizionisti, psicologi e fisioterapisti) del CDI - Centro Diagnostico Italiano.

All'inizio, Marco Bianchi , spierà "da lontano" le abitudini alimentari della famiglia in esame e, una volta finita l'analisi, parlerà con i soli genitori mostrando loro, attraverso la tecnica del morphing, come saranno i loro figli a quartant'anni se dovessero continuare nel corso della vita il tipo di alimentazione scorretta che stanno mettendo in atto ora. Da qui Bianchi darà alla famiglia un insieme di nuove regole alimentari da seguire nell'arco delle due settimane successive (durante le quali si riserverà il diritto di fare visite improvvise alla famiglia in esame).

Non solo cibo sano ma anche tanta attività fisica saranno alla base del nuovo regime alimentare imposto (sempre col sorriso) da Marco Bianchi che, al termine delle due settimane di prova, convocherà di nuovo i genitori nel proprio studio per mostrare loro una nuova proiezione delle future fattezze dei propri pargoli. Se la dieta sarà stata seguita correttamente, tal proiezione sarà di certo più incoraggiante.

A questo punto il lavoro di Marco Bianchi può dirsi finito e la palla passa ai genitori dei fanciulli che dovranno impegnarsi a mettere in pratica quanto appreso anche a telecamere spente. Riusciranno i nostri eroi? Possibile, anche perchè questo format non è di RaiUno.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: