Killing Reagan, su National Geographic il film tv con Cynthia Nixon e Tim Matheson

Su National Geographic (canale 403 di Sky) arriva Killing Reagan con Cynthia Nixon nei panni di Nancy Reagan

Cynthia Nixon, tra le indimenticabili protagoniste di Sex & the City, sarà Nancy Reagan, la moglie del Presidente degli Stati Uniti, nel film tv Killing Reagan in onda questa sera, 17 gennaio, alle 20:55 su National Geographic (canale 403 di Sky). Accanto a Cynthia Nixon nei panni del Presidente Reagan ci sarà Tim Matheson (The West Wing, Burn Notice).

Killing Reagan rientra nel filone di film realizzati da National Geographic che ricostruiscono morti o, come in questo caso, attentati che hanno visto come vittime personaggi illustri come Reagan o come Kennedy o Gesù nei precedenti Killing Kennedy e Killing Jesus. Tratto dal libro di Bill O'Reilly, Killing Reagan è prodotto da Ridley Scott e diretto da Rod Lurie sulla base della sceneggiatura di Eric Simonson.

Cynthia Nixon (as Nancy Reagan) and Tim Matheson (as Ronald Reagan) in Killing Reagan. (Photo Credit: National Geographic Channels/ Hopper Stone, SMPSP)

Era il 30 marzo 1981 quando alle 14:27, un giovane sbandato ossessionato da Jodie Foster, decide di sparare con una calibro 22 verso il Presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan. Un attentato fallito, per fortuna, ma che ha segnato per sempre Reagan non solo nel suo lavoro ma anche come marito e come uomo.

Killing Reagan prende il via nel 1980, durante la campagna per le presidenziali che ha visto sfidarsi Ronald Reagan, repubblicano e ex governatore della California e soprattutto ex attore e il democratico Jimmy Carter e presidente uscente. In parallelo alla progressione del successo tra gli elettori di Reagan, crescerà in John Hincle Jr (Kyle S. More) l'ossessione per l'attrice Jodie Foster, deciderà di lasciare il lavoro e di andare in terapia ma dopo aver tentato di incontrarla, proverà un gesto estremo come uccidere il presidente per attirare la sua attenzione.

Il film tv si concentrerà da un lato sull'uomo Reagan, sulle sue debolezze e le sue paure e sul suo rapporto molto stretto e solido con la moglie Nancy e dall'altro seguirà la crescita dell'ossessione di Hinckley fino al 30 marzo 1981 a quelle fatidiche 14.27 quando spara sei colpi, colpendo Reagan, un poliziotto, un agente dei servizi segreti e il portavoce della Casa Bianca.

L'attentato cambierà il Presidente e l'intero paese, portando a un picco di popolarità per Reagan, al punto che l'autore del libro ha dichiarato che il mondo oggi sarebbe diverso se Hinckley non avesse premuto il grilletto "Il presidente Reagan fu messo a dura prova nei primi giorni del suo mandato e questo attentato cambiò letteralmente il corso della sua presidenza".

  • shares
  • +1
  • Mail