Lorena Bianchetti: "La tv è stantia, io progetto tante novità"

Lorena Bianchetti ha concluso il 2012 con una bocciatura (la chiusura del suo Parliamone in Famiglia) e con una piccola rivincita (la conduzione del concerto di Natale soffiato in zona Cesarini a Caterina Balivo). A questo punto siamo tutti curiosissimi (?) di sapere i suoi progetti per il 2013 e la nostra brama di conoscenza è inversamente proporzionale alla sua voglia di raccontarceli lo stesso direttamente dalle pagine di Di Tutto.

La conduttrice, dopo aver spiegato che il suo amore per il mondo dello spettacolo è nato attraverso la danza, ha ribadito di non avere nessun rimorso: rifarebbe tutti i programmi a cui ha prestato il volto compresi quelli meno fortunati. Flop a parte, la Bianchetti ha le idee ben chiare su quello che vorrebbe vedere (e soprattutto fare) in tv:

Ho un grande desiderio relativo a un progetto legato all'infotainment che lega tutti i vari linguaggi che ho utilizzato in 22 anni di carriera. Ho delle mie idee precise in merito che spero di mettere in pratica quanto prima. Nella televisione di oggi c'è bisogno di un nuovo linguaggio, siamo indietro, abbastanza stantii.

L'intervista poi prosegue con due chiacchiere sulla scelta dell'arredamento domestico della Bianchetti e sul suo spirito natalizio. Tutte cose imprescindibili di cui però non vi darò conto per un semplice motivo: ve lo immaginate un programma innovativo con una Bianchetti a tutto tondo che balla, canta e intrattiene?

Non è che per caso vuole entrare nella scuola di Amici? Come concorrente, dico.

  • shares
  • +1
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: