Lorella Landi vince la causa contro la Rai: "Sono a disposizione dell'azienda"

Lorella Landi ha vinto la causa contro la Rai: "Disponibile anche ad un ruolo dietro le quinte".

Lorella Landi, Agon, Rai

Assente dai palinsesti Rai dal maggio 2014, Lorella Landi aveva deciso di fare causa alla Rai: "Mi sono stancata della precarietà. Ho lavorato sedici anni per quest'azienda con contratti che dissimulavano la mia qualifica, tutti precari. Ho chiesto il riconoscimento del mio titolo professionale con adeguamento, assunzione e quant'altro". Causa, notizia di oggi, vinta dalla giornalista napoletana, ex conduttrice di UnoMattina Magazine e de Le Amiche del Sabato.

Il giudice ha accolto il ricorso e ha dichiarato il ripristino del rapporto lavorativo tra le parti, subordinato a tempo indeterminato, con la qualifica di redattore. La Rai, inoltre, è stata condannata al pagamento di una indennità risarcitoria pari a dieci mensilità e al pagamento delle spese processuali. Da oggi Lorella Landi è a tutti gli effetti un dipendente Rai. "Sono molto felice del dispositivo del giudice: ha riconosciuto le mie mansioni, soprattutto quelle di giornalista. Mi aspetto di poter rientrare a lavorare quanto prima per l'azienda", ha dichiarato la diretta interessata a Blogo.

A sua discrezione, la Rai potrà decidere il ruolo da affidarle (pur sempre attinente al ruolo di "redattore"): "A me va bene qualsiasi cosa, dalla redazione di un telegiornale ad un ruolo dietro le quinte. Farò quello che l'azienda riterrà più opportuno, sono a completa disposizione. La Rai potrà decidere anche di lasciarmi a casa ma sarebbe uno scandalo dare lo stipendio ad una dipendente, senza farla lavorare". Tornare al sabato pomeriggio sarebbe un suo desiderio, "sicuramente": "Ma si possono aprire anche nuovi orizzonti e nuove prospettive. Non è fondamentale stare davanti al video per me, posso anche svolgere un lavoro dietro le quinte".

  • shares
  • +1
  • Mail