Nbc, Robert Greenblatt parla di Revolution, The Office e Community (che potrebbe avere una quinta stagione). Hannibal in estate?


    UPDATE 14:11 - sempre al Tca Tour, Greenblatt ha parlato anche di altre serie tv della Nbc, come "Community" e "Parenthood". Sulla prima, il presidente del network ha lasciato intendere che non è detto che la quarta stagione sarà l'ultima, ma di essere "speranzoso" per una quinta stagione. Idem per "Parenthood", che con la quarta stagione ha guadagnato telespettatori. Inoltre, per quanto riguarda "Revolution", è stato confermato che gli episodi rimanenti sono dieci, portando la prima stagione a venti episodi e non ventidue. Riduzione di due episodi anche per "Deception", che ne avrà undici.

Al Tca Tour che si sta tenendo in questi giorni, ieri è toccato alla Nbc, che ha presentato il suo piano per i prossimi mesi, con alcune scelte che potrebbero far storcere il naso a qualcuno. Ma Robert Greenblatt, presidente del network, in questi mesi ha dimostrato di saperci fare, permettendo alla rete non solo di vincere gli sweeps di quest'autunno, ma anche di incrementare il proprio pubblico, cosa che invece le altre reti non sono riuscite a fare.

E' fiducioso, quindi, Greenblatt, sulla messa in onda della seconda parte di "Revolution" dal 25 marzo (in alto vedere il trailer), dopo tre mesi di stop. "La scelta più sicura è di non fare come per tutti è un errore, ovvero mandare in onda una puntata, poi tre repliche, poi una nuova...", ha detto. "Se hai tutti i nuovi episodi, mandarli in onda consecutivamente è la cosa migliore".

"Revolution" andrà in onda con "The Voice" che quest'anno è stato trasmesso anche in autunno. A chi teme che il format possa essere usurato, Greenblatt ha detto che "se per qualche ragione faremo del male al marchio, potremo mettere a posto le cose". Ha, poi, promesso che con l'arrivo di Shakira ed Usher tra i giudici lo show avrà un "sapore diverso".

Novità anche per "Up all night", che tornerà in versione sit-com multicamera e non più comedy. La creatrice della serie, Emily Spivey, ha però deciso di abbandonare lo show. Nonostante questo, la serie andrà in onda, con la nuova formula che per la rete sembra una prova, per capire se tenere lo show o cancellarlo.

Se su "The Office" è stato detto che il finale di serie durerà un'ora e non si è certi del ritorno di Steve Carell, Greenblatt ha anche voluto difendere "Hannibal", la cui messa in onda (così come la comedy "Save me") potrebbe avvenire in tarda primavera o addirittura in estate (nello stesso periodo andrà in onda la nuova serie "Camp").

A proposito della presenza di criminali in tv, il presidente della rete ha respinto le critiche su chi dà la colpa ai telefilm polizieschi per i casi di violenza di cui si ha notizia in America (con riferimento alla strage di Newtown). Greenblatt, che per anni ha lavorato a Showtime, ha prima dichiarato che "Criminal Minds è peggio di Dexter", poi ha rivelato che in "Hannibal" "c'è molta violenza intorno allo show, ma non ci sono molte scene violente".

Per quanto riguarda il futuro, "Dracula" andrà in onda in autunno, "Crossbones" è in preproduzione, mentre la nuova sit-com con Michael J. Fox avrà il primo table read a breve.

[Via TvLine]

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: