Darren Criss a Giffoni 2015: "Smitten! Se non sarà buono, almeno sarà bello..."

Il 'Blaine Anderson' di Glee al GFF 2015 per il Gleeffoni Day a pochi mesi dalla chiusura della serie teen di Fox.

  • 16.40

    "Se non mi uccidono farei un'ultima domanda: cosa faresti se qualcuno in conferenza iniziasse a cantare?" chiede un ragazzo sperando che inizi a intonare qualcosa. La risposta è carina "Probabilmente ti ucciderei".

  • 16.35

    Pesa il ruolo di Blaine in Glee, senti la paura di non riuscire a staccartene? "E una domanda che viene fatta a molti attori di serie tv. E' stato finora il ruolo della vita. Ma per me la chiave della carriera è la versatilità. Mi piace mescolare le carte. Riguardo ai ruoli, dipende anche da quello che ti propongono e dipende anche dal pubblico che magari vuole vedere l'ultima cosa da fare. Non ne ho paura. Rifatemela tra cinque anni e poi vediamo.

  • 16.34

    Collaborazione con musicista italiano: "Mai dire mai".

  • 16.33

    Ho risposto alla domanda Conosci qualcuno della musica con 'Jovanotti o Negramaro', ma non potrei cantarli. Li conosco, li ho sentiti, ma non chiedermi di cantare qualcosa.

  • 16.31

    Tanti tributi con Glee: "Non saprei dire quale mi ha colpito di più. Forse quello dei Beatles, in cui interpretavo McCartney, per me un mito"

  • 16.30

    Io cerco di rendere felici gli altri: se loro sono felici lo sono anche io. Un giorno nelle mie memorie scriverò che la vita è bella solo se c'è la felicità della condivisione".

  • 16.27

    Domanda sull'amicizia: "Cje tipo di amico sono? dipende da chi ho vicino e da che tipo di persone sono. Al college ero un 'collettore' di segreti: tutti venivano da me a raccontare i propri segreti. Diciamo che ascolto più che consigliare quando mi fanno delle confidenze. Questo lo faccio anche sul lavoro: raccolgo pezzi dalle mie esperienze, li metto insieme, come in un collage. Sono un raccoglitore.

  • 16.23

    Qual è il titolo dell'ultimo film. "Prima del titolo definitivo se ne cambiano tanti. Non posso dirvi molto: soprattutto quando si tratta di coproduzioni, cambiano spesso anche in funzione della traducibilità. Non posso dire molto del film: ho iniziato a girare una settimana fa, ma credo sia una storia molto carina. Per me è molto divertente girare in Italia. E' molto eccitante e soprattutto mi piace l'idea di andare in giro per l'Italia. I suoi splendidi paesaggi sono come una caramella per gli americani. Dà molto materiale all'immaginario degli americani su quel che per loro è l'Italia, un'idea molto romantica e fiabesca sul genere del Sotto il solo della Toscana. Se non sarà buono, almeno sarà bello da vedere".

  • 16.21

    "Sarà anche epr questo che mi piace molto la commedia dell'arte, per la sua musicalità. Non so se esista un musical su Arlecchino. Potrei scriverlo io".

  • 16.18

    Si parte dalla musica. "Recitazione e musica condividono ritmo, timbro e tono: non è strano quindi che grandi attori siano anche musicista. Mi sembra normale uno scambio tra le due".

  • 16.18

    Sgrana gli occhi a vedere la sala piena di giornalisti. "Mamma Mia!" dice. Lui parla bene italiano visto che ha studiato sei mesi in Italia, anche se preferisce parlare in inglese.

  • 16.00

    La conferenza stampa di Darren Criss parte con qualche minuto di ritardo.

Darren Criss a Giffoni 2015: "Vorrei lavorare con Roberto Benigni"

darren-criss-meet-greet-2015.jpg

Darren Criss conquista Giffoni parlando italiano e confessando di ascoltare Jovanotti e Negramaro. Lui, cresciuto con i musical, reduce da Braodway e con un Emmy in predicato pensa a un debutto discografico, ma non c'è niente di definito. Glee invece gli ha dato la grande popolarità e anche una grande responsabilità: "Sto attento a quel che dico perché sento fortissima la pressione attorno a me. So bene che il pubblico guarda ai personaggi pubblici in cerca d'ispirazione e Glee lo è stato".

Dell'Italia ama tutto e spera di lavorare presto con Roberto Benigni. Del resto per lui, che dice di amare la Commedia dell'Arte e di voler interpretare un giorno Arlecchino, il comico toscano potrebbe essere l'autore più vicino a quel tipo di scrittura. Certo, non era questo il suo 'mito' da ragazzo: i suoi riferimenti sono piuttosto i Beatles, sul piano musicale, e Robin Williams, proprio perfetto per il Carpe Diem di Giffoni e per l'omaggio che ha aperto questa 45esima edizione.
 

Darren Criss a Giffoni 2015 | Gleeffoni Day


Darren Criss a Giffoni 2015: l'attore americano è il quarto protagonista di Glee a calcare il Blue Carpet della Cittadella del cinema dopo Dianna Agron, Naya Rivera e Lea Michele. Fresco di nomination agli Emmy Awards per This Time, brano scritto per il finale di Glee e in lizza per il titolo di Miglior Canzone Originale della stagione tv, Darren si ritroverà circondato da fans già abbigliate alla bisogna.
Il suo Blaine, l''Usignolo' trasferitosi al Lima High School per amore di Kurt, ha trovato una sua dimensione con l'happy end finale accanto all'amore della sua vita, aspettando anche un figlio dall'amica Rachel (Lea Michele) che ha prestato il suo utero. In una sola storylines Glee contiene una serie di temi caldissimi per la società e la politica italiana, trattati con la leggerezza di una serie teen che ha però fatto costume e ormai diventati aspetti comuni dell'educazione sentimentale di molti ragazzi italiani, lontani dalle ipocrisie della politica e proiettati in un mondo possibile e per molti versi reale oltreoceano. Questo, e molto altro, ha conquistato i fans della serie, chiusasi in primavera dopo sei stagioni, non tutte brillantissime sul fronte degli ascolti.

Intanto Criss si è spostato sul teatro: dalla fine di aprile allo scorso 19 luglio, Darren è tornato a Broadway come protagonista nel musical rock Hedwig and the Angry Inch, tratto dal libro di John Cameron Mitchell, in cui veste i panni di Hansel, un ragazzo originario della Germania dell'Est che dopo una fallimentare operazione per cambiare sesso si ritrova ad essere né uomo né donna, abbandonato dal fidanzato e costretto a ripartire da zero negli USA. Come anticipato da Hollywood Reporter, da qualche giorno, invece, è sul set di Smitten!, una commedia romantica che segna l'esordio alla regia dello sceneggiatore Barry Morrow, Oscar per Rain Man. Nel film Criss interpreta un direttore creativo di una casa di moda rapito e tenuto prigioniero dalla Mafia nelle Alpi: si gira proprio in Italia, con quattro settimane di riprese fissate in Sud Tirolo, e tre a Roma.

Per adesso ci prepariamo a incontrarlo in Sala Conferenze: per caso avete qualche domanda per lui?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: